all’inizio si trattava di un gazebo, allestito nella piazza di paesini di seimila anime, e i profitti erano appena sufficienti a pagare una pizza…

gourm.it nasce dall’idea di alcuni giovani allevatori della provincia mantovana la volontà di vendere direttamente i propri prodotti al cliente finale, quando ancora i mercati contadini non erano stati inventati.


All’inizio si trattava di un gazebo, allestito nella piazza di paesini di seimila anime, e i profitti erano appena sufficienti a pagare una pizza a tutti i volontari; ora abbiamo uno staff di brillanti collaboratori, contratti commerciali aperti con grandi aziende in tutto il mondo e decine di soci in tutt’Italia.

l’evoluzione

L’avventura è cominciata con Agripromo, una associazione senza scopo di lucro, inventata e voluta da giovani allevatori della provincia di Mantova, tutti fra i venti e trent’anni, tutti desiderosi di perpetuare il mestiere dei loro padri trovando tuttavia un piccolo spazio personale, un proprio margine di iniziativa e innovazione. Molti di questi ragazzi avevano già cooperato all’interno dell’esperienza dei Club 3P, un esperimento nato degli anni ’50 per aggregare i giovani di una categoria notoriamente poco incline all’aggregazione come gli agricoltori. Il seme era stato buttato, e infatti questi giovani si unirono per cominciare a vendere, prima nelle piazze dei paesi vicini e poi anche in fiere di livello nazionale, il Parmigiano Reggiano prodotto con il latte dei loro allevamenti.
Insieme questi allevatori hanno fronteggiato un momento di crisi profonda come la vertenza Quote Latte, che verso la metà degli anni ’90 ha messo tutti nell’impellenza di reinventare il proprio futuro. La scelta fu quella di abbandonare l’inerzia con la quale i produttori avevano fino a quel momento lasciato il proprio prodotto in balia del mercato e impossessarsi del processo e degli strumenti distributivi, senza per questo smettere di essere agricoltori. Continuare a produrre, ma con una voce in capitolo anche sui come e sui dove della sua destinazione.